Alloggiamento

Pronta accoglienza e alloggiamento, Associazione San Marcellino Onlus, Genova

Raggruppa i servizi che offrono alloggiamento, successivi a quelli che rispondono alla logica della prima “pronta accoglienza”.

Comunità
Il Boschetto

 

E’ una struttura comunitaria per otto persone orientata alla riabilitazione dove ogni ospite sperimenta le incombenze della vita quotidiana.

Aperta dalle 18,00 alle 8,00 nei giorni feriali e tutto il giorno nei festivi, la casa è gestita anche dagli ospiti attraverso turni settimanali per le pulizie, la cucina, il servizio a tavola, la spesa, la responsabilità nei festivi, etc.

Una riunione settimanale con il responsabile consente agli ospiti di partecipare alla programmazione della gestione e di discutere riguardo all’andamento della vita in comunità, mentre un colloquio settimanale al Centro di Ascolto con il proprio operatore costituisce un continuo monitoraggio del progetto personale. La Comunità è condotta da un responsabile, un vice ed un gruppo di volontari che garantisce la presenza per la notte. Lo scopo dell’esperienza comunitaria è quello di far nascere e consolidare livelli sempre maggiori di fiducia reciproca, tra gli ospiti e tra ospiti e Associazione (tramite operatori e volontari).

Comunità
La Treccia

 

Accoglienza femminile che ha recentemente iniziato un percorso di modifica delle modalità di funzionamento verso il modello maggiormente comunitario (vedi Boschetto), con partecipazione alla gestione e riunione settimanale, successivamente all’apertura alle donne nel 2010 della struttura di seconda accoglienza denominata “Il Crocicchio”. Può ospitare 6 donne.

Treccia alloggiamento, Associazione San Marcellino Onlus, Genova

Comunità
Il Ponte

 

E’ una comunità per un massimo di nove posti che risponde ai bisogni alloggiativi di quelle persone che, dopo un lungo percorso con noi, non riescono ancora a vivere in un alloggio individuale, per motivi che possono essere diversi, dalla paura della solitudine alla necessità di una protezione, ecc. Si tratta di una comunità residenziale aperta tutto il giorno di cui gli ospiti hanno le chiavi.

Si chiede tuttavia di consumare la cena assieme e di rientrare prima delle 23.00. Le incombenze di casa sono divise in turni con una certa flessibilità e, dal momento che le persone hanno sviluppato una discreta autonomia, il colloquio al Centro di Ascolto con il proprio operatore ha una frequenza variabile. La riunione settimanale in comunità costituisce il luogo della programmazione della vita quotidiana e della discussione degli eventuali problemi legati alla convivenza. Un gruppo di volontari garantisce un’ulteriore presenza nella fascia diurna e serale. Gli ospiti, secondo le proprie disponibilità, versano un contributo di partecipazione alle spese.

Crocicchio alloggiamento, Associazione San Marcellino Onlus, Genova

Accoglienza notturna
Il Crocicchio

 

Si tratta di una accoglienze notturna di 24 posti, di cui 3-6 per donne, per un periodo di tre mesi rinnovabili. L’accoglienza è offerta dalle 19,30 della sera alle 7,30 della mattina; vengono fornite la cena e la colazione al mattino. Per essere accolti è necessario rispettare tre regole: sobrietà da alcool e sostanze, sufficiente pulizia personale e la puntualità (si entra tra le 19.30 e le 20.00), oltre ovviamente a tenere un comportamento rispettoso di persone e cose. Parallelamente è obbligatorio per le persone inserite frequentare settimanalmente il Centro di Ascolto dell’Associazione per un colloquio con il proprio operatore di riferimento.

L’esperienza del dormitorio fornisce, nel tempo, la possibilità di osservazione reciproca tra le persone ospitate e l’Associazione (tramite operatori e volontari) e, successivamente, la possibilità di creare una relazione sempre più stabile e di fiducia tra la persona e l’Associazione attraverso i suoi operatori e volontari.

 

Il gruppo dei volontari dell’accoglienze notturna (circa 120 volontari) affianca gli operatori e rappresenta una risorsa per l’Associazione, come presenza significativa accanto alle persone sulla strada.

 

La presenza dei volontari permette un’opera di “risocializzazione”, restituendo dignità alle persone attraverso la possibilità di relazioni distese.

Alloggi assistiti

 

Si tratta di monolocali o bilocali dati in uso insieme alla fornitura di tutti i servizi esclusi pulizia e cucina. Le persone hanno, così, la possibilità di fare esperienza della vita in un alloggio individuale accompagnati da un responsabile che li segue per tutto il periodo necessario.

Gli ospiti versano un contributo di partecipazione alle spese che varia in funzione delle loro possibilità.

 

L’esperienza in alloggio assistito può costituire una transizione prima di un alloggio personale e totalmente autonomo ma, per alcuni, sembra rappresentare il massimo dell’autonomia.

Alloggi assistiti, Associazione San Marcellino Onlus, Genova
CENTRO DI ASCOLTO

Piazza San Marcellino, 1 - 16124 Genova
T. +39.010.2465400
Aperto quattro giorni la settimana dalle 9 alle 12